Franco Ferrarotti

Franco Ferrarotti nasce il 7 aprile del 1926, a Palazzolo Vercellese, nel Nord d’Italia. Oggi è il più noto dei sociologi italiani all’estero.
I suoi libri sono tradotti in francese, inglese, spagnolo, in russo e in giapponese. Autore di numerosi libri apprezzati da scrittori, artisti e scienziati sociali, ha collaborato con le maggiori riviste scientifiche statunitensi, oltre che europee.
Ferrarotti si è interessato dei problemi del mondo del lavoro e della società industriale e postindustriale, dei temi del potere e della sua gestione, della tematica dei giovani, della marginalità urbana e sociale, delle credenze religiose, delle migrazioni. Una particolare attenzione è stata dedicata nelle sue ricerche alla città di Roma. Ha sempre privilegiato un approccio interdisciplinare e insisitito sull’importanza di uno stretto nesso tra impostazione teorica e ricerca sul campo.
Ferrarotti è stato consigliere di Adriano Olivetti, diplomatico, deputato, professore ordinario.

Laureatosi in filosofia all’Università di Torino nel 1950, con una tesi su “La sociologia di Thorstein Veblen”, fondò con l’amico Nicola Abbagnano nel 1951 i Quaderni di Sociologia, ai quali dette un seguito nel 1967, fondando anche la rivista di cui è ancora direttore, La critica sociologica.
Fu tra i collaboratori di Adriano Olivetti dal 1948 per circa dieci anni e, in rappresentanza del Movimento Comunità, deputato indipendente al Parlamento per la III Legislatura (1958-1963) della Repubblica Italiana.
Dal 1957 al 1962 è direttore della Divisione dei fattori sociali nell’O.E.C.E. (ora O.C.S.E.) a Parigi.
Nel 1961 ottenne la prima cattedra di sociologia in Italia, all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, dopo aver vinto il primo concorso bandito in Italia per questa disciplina, venendo per questo considerato oggi il decano della sociologia italiana.
Molti i premi ricevuti nella sua carriera; non ultimo quello, insigne, dell’Accademia dei Lincei, nel 2001. Ha insegnato in Europa e in America.
Nel 1965 fu Fellow del “Center for the Advanced Study in the Behavioral Sciences” a Palo Alto, California. “Visiting Professor” presso molte università europee e nordamericane, in Russia, Giappone e America Latina. Nel 1978 è nominato “Directeur d’Etudes” alla Maison des Sciences de l’Homme a Parigi. È Membro della New York Academy of Sciences.
Particolarmente attento ai movimenti sociali e ai problemi della società industriale, è divulgatore dell’applicazione di una metodologia di tipo qualitativo in ambito sociologico.
Fra gli anni Cinquanta e Sessanta ha condotto una serie di ricerche sul sindacalismo, la trasformazione del lavoro, le comunità, la sociologia urbana.
Ha studiato il caso romano in relazione ai temi della nuova emarginazione.
Attualmente è professore emerito dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza” ed è coordinatore del “Dottorato in Teoria e Ricerca Sociale”, sempre nello stesso ateneo.
È autore di numerosi libri e pubblicazioni, alcuni dei quali tradotti all’estero.
È socio onorario dell’associazione Libera Uscita per la depenalizzazione dell’eutanasia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...