Paolo Heritier

Paolo Heritier è nato 12 Giugno 1966 a Mondovi in Italia . Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Torino, con un punteggio di “formidabile” per 107 punti di 110 e ha ricevuto l’incoraggiamento dalla sua giuria per la pubblicazione della sua tesi, dal titolo “Il concetto di ordine spontaneo nell’opera di Hayek. ” Paolo Heritier attualmente è professore associato di Filosofia del Diritto presso la Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Torino, Italia , dove insegna anche l’antropologia giuridica e filosofica. Si concentra, tra l’altro, le idee di libertà, di ermeneutica , estetica, etica, teologia, cinema dal punto di vista del diritto.

Dal 1998 , Paolo Heritier ha iniziato la sua ricerca sulle questioni ermeneutiche. Ha ricevuto nel mese di agosto 1998 , la laurea in giurisprudenza in filosofia presso l’Università di Montpellier I. Da settembre 1999 ad aprile 2000 , è stato ammesso come Pensiero Cycle Policy Auditor Superior (DEA) del l’Institut d’Etudes Politiques di Parigi. Nel frattempo, ha frequentato corsi e seminari di filosofia morale e politica a livello di dottorato presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS), Ecole Normale Supérieure (ENS), e l’Università di Paris IV- Sorbonne.

Allo stesso tempo, ha partecipato a varie conferenze su temi della scuola austriaca come la convenzione sulla “La complessità del business e la conoscenza: i sentieri di una possibile revisione della von FA Hayek,” o anche se la conferenza organizzata dal Centro di Documentazione del ricorso della Università di Torino (CIDAS), dal titolo “Il peso insostenibile dello stato”, o ciò che è creato dalla Facoltà di Scienze Politiche presso l’Università di Pisa, la prima giornata di studio si concentra sulla scuola austriaca e la teoria delle istituzioni. E ‘stato il co-organizzatore del convegno tenuto presso la Facoltà di Giurisprudenza a Torino nel mese di giugno 1999 , dal titolo “Problemi Vari Intorno alla nozione di legge”, ed è stato co-responsabile di una serie di seminari dal titolo “Diritto e libertà: il limite “, che si è tenuto a Torino nel maggio e giugno 2000 .

Si tratta di un saggio scritto nel 2003 che Paolo Heritier risolve questo problema a ridefinire la nozione di testo a seguito della rivoluzione informazioni su Internet. In un articolo scritto nel 2010 nella comunicazione rivista Science, Paolo Heritier considera la questione della normatività dell’immagine. Offre il concetto di narrazione estesa, che viene preso in considerazione per comprendere i fenomeni non-testuali narrative in diverse discipline artistiche come la pittura, l’architettura, ma anche potenzialmente il cinema, il teatro o la danza. Paolo Heritier indica che questi messaggi hanno un senso normativo. Essa ha quindi posizionato faccia a faccia cambiamenti dell’immagine aziendale e teoria del diritto, che soffre di crisi di qualche anno del positivismo giuridico. L’utilità delle norme giuridiche basate sull’estetica, una volta regolati sono rilevabili più collegamenti individuali tra l’arte e la legge, è quello di sostenere un ermeneutica sempre più presente tra teorie giuridiche. Questa metodologia consente di superare la contrapposizione tra le due culture della scienza, scienze umane e il tema ha sviluppato la tecnologia più ampiamente in un documento nel 2008.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...